photo
Ctu mega

COSA E' LA POMPA DIAMAGNETICA 

La CTU 18 Pompa Diamagnetica è l’unico dispositivo oggi esistente per eseguire trattamenti di diamagnetoterapia. La CTU, infatti, è definita un acceleratore diamagnetico molecolare, ossia un vero e proprio generatore di campi magnetici ad altissima intensità (2 Tesla);  essa rappresenta un innovativo metodo terapeutico, clinicamente testato, mirato alla stimolazione dei tessuti corporei per indurre una pronta risposta fisiologica in tante patologie

La diamagentoterapia viene eseguita utilizzando un sofisticato sistema di auto adattamento terapeutico per cui viene garantita l’esecuzione di trattamenti sempre specifici e dedicati adattati all’evoluzione della patologia.

La CTU Mega 18 è dotata di un sistema di lettura delle variazioni di impedenza del tessuto che assume valore diagnostico in fase terapeutica.
Il sistema consente di leggere e registrare l’impedenza dei tessuti sottoposti alla terapia con la massima attendibilità diagnostica.

I MECCANISMI DI AZIONE DELLA TERAPIA DIAMGNETICA  

1. Interazione con la componente liquida:  

  • movimentazione di liquidi extracellulare - drenaggio: Per effetto della repulsione diamgnetica l'acqua presente nei compartimenti extracellulari che è libera di fluire negli interstizi intercellulari, viene violentemente allontanata dal sito di applicazione del campo. Tale meccanismo agevola il riassorbimento degli edemi, dei gonfiori e dei versamenti post traumatici, l'eliminazione delle scorie e stimola la circolazione linfatica ed i fenomeni ad essa collegati 
  • movimentazione di liquidi intracellulari - catalisi delle reazioni chimiche: il campo magnetico agisce sui liquidi intracellulari, confinati all'interno della membrana cellulare, incrementando la loro mobilità. L'aumento dell'agitazione molecolare incentiva l'attività biochimica delle cellule ed i meccanismi metabolici mitocondriali e lisosomiali. Ne consegue una benefica accelerazione di tutte le attività energetiche cellulari: scambi ionici, eliminazione delle scorie, respirazione cellulare. 

Gli effetti di questo meccanismo di azione  si traducono nella capacità di:

  • Reidratazione dei tessuti 
  • riassorbimento dell'edema
  • Riduzione del dolore
  • Eliminazione delle infiammazioni
  • Decompressione nervosa
  • Aumento dell'elasticità dei dischi (anche ex dischi)
  • Eliminazione degli ematomi

2. Biostimolazione endogena per effetto diamgnetico: 

Ogni campo magnetico variabile che attraversa un conduttore induce una corrente elettrica. Il corpo umano è un conduttore, per cui il campo magnetico generato dal sistema DIAMAGNETICO genera nel corpo una carica elettrica. Queste caratteristiche tecniche e tecnologiche permetono di eccitare e ricostruire le fibre nervose e muscolari anche a profondità molto elevate. La stimolazione diamagnetica è di tipo endogena (sviluppata direttamente all'interno del tessuto e non dall'esterno verso l'interno come con la stimolazione elettrica normale). La stimolazione diamgnetica è di tipo isotropa (omogenea per tutto il tessuto investito dal campo magnetico). 

Gli effetti di questo meccanismo di azione si traducono nella capacità di: 

  • Aumento del flusso ematico periferico
  • Risoluzione dello spasmo muscolare
  • Accelerazione della trasmissione dello stimolo nervoso
  • Effetto antidolorifico e antinfiammatorio 
  • Effetto antalgico
  • Miglioramento dell'osteogenesi
  • Azione a livello della membrana degli osteoblasti e sull'effetto piezoelettrico dell'osso 
  • stimolazione dell'irrorazione vascolare
  • Aumento della mineralizzazione e riattivazione delle cellule in quiescenza
  • Aumento della resistenza ossea 
  • Aumento dell'attività elettrica nel focolaio di frattura 
  • Risoluzione dell'edema 
  • Azione batteriostatica 
  • Accelerazione dei processi di guarigione dei tessuti molli e ossei 
  • Stabilizzazione dei tessuti traumatizzati
  • Rafforzamento dei tessuti muscolari 
  • Riparazione dei tessuti nervosi
  • Miglioramento dell'afflusso ematico

3. Impianto molecolare senza aghi 

Con il sistema CTU Mega 18 la somministrazione e l'impianto delle molecole attive dei medicinali avviene per spinta meccanica, ossia per l'accelerazione che il campo magnetico imprime alle molecole.  

INDICAZIONI TERAPEUTICHE 

I campi di applicazione della Pompa Diamagnetica sono vari, tra cui:

  • Medicina del dolore
  • Ortopedia e traumatologia: artrosi, artriti, periartriti, lesioni, traumi, fratture;
  • Reumatologia: nelle malattie reumatiche e infiammatorie;
  • Fisiatria e Riabilitazione: in tutte le indicazioni preventive e terapeutiche; nella preparazione prechirurgica e nella fase post-chirurgica;
  • Medicina dello sport: pubalgie, tendiniti, contratture, strappi muscolari, distorsioni, contusioni;
  • Neurologia: in tutte le condizioni, sia infiammatorie che degenerative, in cui può essere utile l’azione di stimolazione dei campi magnetici ad alta intensità;
  • Flebologia e angiologia: edemi linfatici, traumatici, infiammatori;
  • Dermatologia e estetica: piaghe, ulcere, ferite, cellulite.
  • ORL: sinusiti, tonsilliti.