photo

L'approccio Mézierista in via schematica consiste prima di tutto nel normalizzare secondo alcuni criteri la forma (struttura) di un corpo, sapendo che è essenzialmente tramite il gioco di retrazione e raccorciamenti muscolari (più spesso nella parte posteriore dell'abito muscolare) che si manifestano i dismorfismi (scoliosi, iperlordosi, cifosi, ginocchio varo o valgo, cancellazione delle curve, ecc).

Il Metodo Mézières è caratterizzato da un approccio globale al paziente: in seguito ad un’attenta valutazione, viene stilato un programma riabilitativo individuale, volto al ripristino della simmetria corporea e, di conseguenza, al recupero funzionale.
Il paziente, secondo una visione olistica, è valutato nella sua totalità al fine di ricercare le contratture muscolari presenti e responsabili del problema patologico in corso.
Il Metodo è così incentrato sulla individuazione delle cause che hanno determinato l'insorgenza del fenomeno patologico, mentre la risoluzione della sintomatologia ne è la diretta conseguenza.
Il lavoro posturale propone come obiettivo di ristabilire una corretta armonia corporea, principalmente attraverso il miglioramento della respirazione e il mantenimento di alcune posture finalizzate all’allungamento delle catene muscolari ipertoniche ed in costante retrazione.

Il campo d'interesse è quello della patologia ortopedica :

VERTEBRALE (scoliosi, iperlordosi, cifosi, compressione dei dischi intervertebrali e relative radicolopatie, sciatalgia, cervico-brachialgia, ecc.)

ARTICOLARE (artrosi, periartrite scapolo-omerale, coxartrosi, gonartrosi, ecc.)

MUSCOLARE (lombalgia, torcicollo, mialgie, ecc.)

DISMORFICA (lussazione temporo-mandibolare, ginocchia vare o valghe, piede piatto o cavo, ecc.).
Viene indicato, inoltre, per gli sportivi per la prevenzione di contratture, stiramenti, strappi, tendiniti e inoltre trova applicazione nell’ambito della medicina preventiva.